Buoni spesa per altre 710 famiglie grazie alla raccolta "Catania aiuta Catania"

Nei prossimi giorni verranno consegnati a domicilio dalla protezione civile comunale i buoni spesa ai nuovi 710 beneficiari

I fondi residui, 213 mila euro, della campagna di raccolta solidale “Catania Aiuta Catania”, verranno devoluti in buoni spesa a scorrimento della graduatoria dei nuclei familiari bisognosi che hanno presentato istanza al Comune. Lo ha stabilito una delibera della giunta comunale presieduta dal Sindaco Salvo Pogliese, che autorizza i funzionari dell'assessorato comunale ai servizi sociali retto da Giuseppe Lombardo a erogare tickets alimentari di 300 euro agli aventi diritto, rimasti finora esclusi dal beneficio per via dell'esaurimento dei fondi nazionali, secondo l'ordine stabilito da criteri oggettivi di punteggio e priorità. Complessivamente ad oggi la raccolta di fondi col sistema del crowfounding e bonifico bancario ha fruttato poco più di 387 mila euro.

"Siamo felici di poter rispondere alle esigenze di altri 710 nuclei familiari -ha detto il sindaco Salvo Pogliese - grazie alla straordinaria mobilitazione di cittadini, imprenditori, forze sociali che hanno raccolto il nostro appello a contribuire economicamente per sostenere famiglie in difficoltà per via dell'emergenza coronavirus. Nonostante i fondi resi disponibili dalla protezione civile siano già andati tutti esauriti per 6398 famiglie beneficiarie, grazie alla straordinaria generosità di oltre 1600 donatori, si riesce a venire incontro a tanti altri nuclei familiari per l'acquisto di generi di prima necessità alimentare". Il sindaco Pogliese e l'assessore Lombardo hanno voluto ringraziare pubblicamente quanti hanno contribuito al successo dell'iniziativa solidarietà.

"Tra tutti, anche coloro che hanno donato appena 10 euro o altri piccoli contribuzioni - ha detto il sindaco Pogliese- sento di ringraziare anzittutto la Fondazione Sicilia di Raffaele Bonsignore che unitamente alla Fondazione per il Sud che ha donato 100 mila euro, un fatto di straordinaria valenza che ha consentito di aiutare concretamente numerosissime famiglie. E lo stesso vale per la partecipata presieduta da Fabio Fatuzzo, il gruppo Arena e le Acciaierie di Sicilia aziende che hanno donato 25 mila ciascuno. Tra i tanti altri, ricordo la conduttrice televisiva Diletta Leotta, Antonio Mannino (Etnacomics) Vittorio Graziano che con l'Associazione Culturale Mediterraneum ha lanciato una campagna raccolta fondi, attraverso la vendita di fotografie d’autore, da destinare alle famiglie catanesi meno abbienti, realizzando un’offerta cumulativa. Mi scuso per i tanti altri che non cito, ma il mio pensiero di gratitudine va a quanti hanno generosamente lasciato il segno di solidarietà e spero che anche nei prossimi giorni altri vorranno dare il loro contributo per aiutare altri catanesi in difficoltà". Su indicazione del primo cittadino,infatti, proseguirà ancora la raccolta dei fondi realizzata col sistema congiunto del crowdfunding e del bonifico bancario IBAN IT43D020081691700105890235 Causale: Catania salva Catania, intestato a Comune di Catania. Nei prossimi giorni verranno consegnati a domicilio dalla protezione civile comunale i buoni spesa ai nuovi 710 beneficiari, da spendere nei supermercati del gruppo Arena/Deco che si era aggiudicata con il sistema a evidenza pubblica, la fornitura dei pacchi spesa per la raccolta di beneficenza "Catania Aiuta Catania" promossa dall'amministrazione Comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento