Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Più bus in città, tempi di attesa ridotti? Il parere dei cittadini

Dopo la Metro di Catania, la nostra attenzione si sposta ai bus. Da sempre "nota dolente" del trasporto in città per i tempi d'attesa troppo lunghi. Secondo quanto annunciato dall'amministrazione comunale, il numero dei bus in circolazione è quasi raddoppiato. Ma non tutti hanno notato una diminuzione dei tempi di attesa

Che i bus a Catania si facciano "desiderare" è un fatto ben noto. Lo stesso sindaco Bianco, recentemente, ha dichiarato come sia "inaccettabile che un cittadino per arrivare da Librino o da un altro quartiere periferico al centro della città, per raggiungere il cimitero o uno dei mercati storici, debba aspetta l’autobus anche fino a un’ora e mezza”. Ecco che, dopo la Metro di Catania, la nostra attenzione si sposta ai bus. Da sempre "nota dolente" del trasporto in città.

Entro Natale 150 bus in strada e tempi di attesa non superiori ai 20 minuti. La scommessa del sindaco Enzo Bianco, annunciata lo scorso 20 settembre, mira ad ottimizzare il trasporto pubblico urbano raggiungendo gli standard delle migliori città italiane.

Secondo quanto affermato dall’amministrazione comunale, nel mese di settembre il numero dei bus in circolazione è quasi raddoppiato, passando da 67 ad oltre 120 mezzi. A rigor di logica, la conseguenza più immediata dovrebbe essere un netto abbattimento dei tempi di attesa.

GUARDA IL VIDEO

"In effetti da qualche tempo a questa parte ho notato qualche piccolo miglioramento nel servizio, –commenta un pensionato residente in piazza Cavour – io non prendo abitualmente i mezzi pubblici, ma tutto sommato non posso lamentarmi".

Non la pensa così il suo vicino di pensilina, emigrato a Torino 50 anni fa e tornato da 3 mesi nella sua città natale. "Io e mia moglie non abbiamo più l’automobile, al nord non ci serviva. Eravamo tornati qui per goderci la pensione e sfruttare una casa che altrimenti avrei tenuto chiusa, ma da poco siamo arrivati alla conclusione che è meglio tornare in Piemonte. Lì gli autobus fanno corse continue è l’unica cosa che rimpiango. Ho avuto la necessità di recarmi al Cannizzaro con il 448: c’è voluta mezza mattinata solo per arrivare!".

"Nonostante la buona volontà dell’amministrazione e dell’Amt, i tempi di attesa sono comunque lunghi. Una buona mezzora bisogna sempre perderla alla fermata", commenta uno studente universitario. "La puntualità nelle corse è un concetto da interpretare nella nostra città, purtroppo". L’unico ad essere promosso a pieni voti è il Bus Rapid Transit inaugurato ad Aprile. Le osservazioni negative di alcune associazioni cittadine, tra cui Confcommercio, accompagnarono gli esordi di un servizio che ad oggi sembra funzionare discretamente. "Prima dovevo aspettare anche un’ora per arrivare alla cittadella universitaria– afferma una studentessa alla fermata di via Etnea –adesso bastano 10 minuti per salire in vettura. Le altre linee? Non le prendo, quando posso vado a piedi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più bus in città, tempi di attesa ridotti? Il parere dei cittadini

CataniaToday è in caricamento