Busta con proiettile e minacce a Bianco: "Sereno, vado avanti"

Conteneva anche una foto del sindaco Bianco - segnata con diverse croci e minacce alla sua persona - la busta destinata al Comune e intercettata il 28 gennaio nel centro meccanografico delle poste di Pantano d'Aci

Conteneva anche una foto del sindaco Bianco - segnata con diverse croci e minacce alla sua persona - la busta destinata al Comune e intercettata il 28 gennaio nel centro meccanografico delle poste di Pantano d'Aci.

Era regolarmente affrancata e senza mittente, spedita dallo stesso capoluogo etneo. Riunito nel pomeriggio il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. 

"Le pallottole è meglio riceverle per posta. Fanno un po' meno male. Se qualcuno pensa di intimidirmi sappia che continueremo sereni sulla strada di combattere ogni tipo di illegalita'". E' quanto dichiara il sindaco di Catania.

"Per avere sviluppo e lavoro, lo dico a tutti, anche a costoro - continua Bianco - Catania ha bisogno di legalità. Continueremo a costituirci parte civile in tutti i processi per mafia, a demolire le costruzioni abusive, a denunciare corruzioni pesanti nel settore dei rifiuti, a combattere ogni tipo di abusivismo non di necessità ma braccio operativo delle organizzazioni criminali, a mettere ordine nel settore dei condoni edilizi, a colpire l'intreccio fra affarismo e criminalità, a chi pensa a grandi operazioni di speculazione senza regole, a rendere irrespirabile l'aria a chi vuole impedire a Catania di riprendere la via dello sviluppo nella legalità".

"E a Catania - conclude Bianco - non sono solo. C'e' una squadra dello Stato di prim'ordine. Ecco perchè, sereno, vado avanti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La procura di Catania ha aperto un'inchiesta sulle minacce al sindaco Enzo Bianco. Nella busta destinata al Comune e intercettata il 28 gennaio nel centro meccanografico delle poste di Pantano d'Arci, c'erano un proiettile e una foto di Bianco, segnata con diverse croci e minacce alla sua persona. La busta era stata scoperta dal sistema di controllo radiografico. Era regolarmente affrancata e senza mittente, spedita dallo stesso capoluogo etneo. Riunito nel pomeriggio il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento