rotate-mobile
Cronaca

Calcio Catania, rebus futuro: quali conseguenze dopo l'inchiesta?

Su Twitter, il presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, ha dichiarato commentando il possibile futuro del Catania: "La giustizia sportiva prevede per responsabilità diretta la radiazione dei soggetti coinvolti e riconosciuti colpevoli mentre per le società coinvolte è prevista la retrocessione".

Ultimata la nomina del nuovo amministratore unico, Carmelo Milazzo, che andrà a sostituire il precedente Consiglio d'Amministrazione, il popolo rossazzurro si interroga sul futuro sportivo dei rossazzurri. La posizione del presidente Pulvirenti, che ha ammesso di aver comprato le gare per portare il Catania alla salvezza, apre gli scenari della responsabilità diretta del club etneo. Qualora fosse ufficialmente accertato l'illecito, la giustizia sportiva, nella figura del procuratore Palazzi, dovrebbe così relegare il Catania all'ultimo posto in classifica del campionato di competenza, con la conseguente retrocessione in Lega Pro. Nella peggiore delle ipotesi, invece, l'assegnazione di una categoria ancora più inferiore a quella della Lega Pro.

Non si escludono inoltre in caso di Lega Pro eventuali punti di penalizzazione, che complicherebbero ulteriormente il cammino dei rossazzurri. Pulvirenti, accertate le colpe, si avvia alla radiazione. Su Twitter, il presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, ha dichiarato così commentando il possibile futuro del Catania ”La giustizia sportiva prevede per responsabilità diretta la radiazione dei soggetti coinvolti e riconosciuti colpevoli mentre per le società coinvolte è prevista la retrocessione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Catania, rebus futuro: quali conseguenze dopo l'inchiesta?

CataniaToday è in caricamento