Calcio in periferia, Nesima: le condizioni del campo "Filippo Eredia"

Si accendono i riflettori, questa volta in un campo di periferia e non in uno dei palcoscenici delle categorie calcistiche superiori. La denuncia è del consigliere Antonino Mascali

Si accendono i riflettori, questa volta in un campo di periferia e non in uno dei palcoscenici delle categorie calcistiche superiori. E' il consigliere Antonino Mascali a denunciare le condizioni in cui versa lo stadio comunale di Nesima in via Filippo Eredia. Tra erba alta a bordo campo e manto irregolare, la società di terza categoria, "Nisiana", disputa le sue gare interne nel campionato di terza categoria.

campo-nesima-filippo-eredia-2"Il campo versa in pessime condizioni, ma il pericolo più alto per gli atleti è rappresentato dai lati del rettangolo di gioco, dove sono presenti alcune fosse, parecchio vistose, che in passato sono state anche causa di infortuni. Senza dimenticare inoltre l'erba alta che cresce incolta a pochissima distanza dalle linee che delimitano il campo di gioco"

Per quanto riguarda i servizi primari per i giocatori: "Le panchine sono danneggiate, mentre nel bagno le condizioni non miglioraro, basta vedere come il normale water sia coperto da sedie in legno"

Qualcosa di sta muovendo? "Tre mesi fa è stata fatta una commissione con alcuni dirigenti della società Nisiana, oltre ad alcuni sopralluoghi che io stesso ho effettuato in quest'arco di tempo. Fno ad oggi mi tocca constatare - conclude Mascali - che nessun cambiamento è avvenuto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento