menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte foto: zimbio.com

Fonte foto: zimbio.com

Filone calcioscommesse, procura di Cremona: Chievo-Catania sotto indagine

Nell'altro filone che sta sconvolgendo il calcio italiano, quello legato al calcioscommesse e guidato dalla procura di Cremona, il pm Di Martino nel formulare le richieste del processo ha inserito una partita del Catania disputata nel 2010 tra quelle con possibile combine

Nell'altro filone che sta sconvolgendo il calcio italiano, quello legato al calcioscommesse e guidato dalla procura di Cremona, il pm Di Martino nel formulare le richieste del processo ha inserito una partita del Catania tra quelle con possibile combine. Lo riferisce il quotidiano la Gazzetta dello Sport: la gara in questione è Chievo-Catania, disputata nel 2010 e terminata con il punteggio di 1-1. Il quotidiano britannico "Sun", aveva definito questa partita come "italian job": sulla partita sarebbero infatti stati puntati nei giorni precedenti alla gara somme altissime, ben 2,2 milioni di euro, tanto che la quota venne poi rimossa in Italia per flussi anomali.

L'allora amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, aveva minacciato querele e a caldo dichiarò: "Come si fa a pensare una cosa del genere". Dopo circa 5 anni la procura di Cremona ritorna su quella gara: l'accusa, riporta ancora la Gazzetta, è che il Catania avrebbe addirittura girato parte dei soldi al Chievo. Chiamato in causa il nome di Sergio Pellessier. Adesso potrebbe essere la procura di Catania a fare luce sull'episodio, visto che Lo Monaco risulta al momento indagato nel filone etneo per il presunto illecito nella gara Messina-Ischia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento