Caldo e incendi, ieri 50 interventi dei Vigili del Fuoco in città e provincia

Incendi in Via Nizzeti, Via Sgroppillo, Cerza e sull'Asse dei servizi. E anche nelle zone di Motta Sant'Anastasia e San Pietro Clarenza

Con il forte caldo, aumentano gli incendi. Solo ieri, infatti, a Catania i Vigili del Fuoco sono stati impegnati in 50 interventi. In particolare, si sono sviluppati incendi in Via Nizzeti, Via Sgroppillo, Cerza e sull'Asse dei servizi. Senza dimenticare le zone di Motta Sant'Anastasia e San Pietro Clarenza. E il caldo non ha intenzione di arrestarsi. Oggi, infatti, le temperature avranno valori massimi introno ai 35 gradi.

La Sicilia tutta, ogni estate, è colpita da numerosi roghi. E, quest'anno, rientra nel progetto "Non scherzate col fuoco'', la campagna nazionale di Legambiente e Dipartimento della Protezione Civile, interamente dedicata all'immenso patrimonio forestale del nostro Paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cinque tappe nelle cinque regioni che negli ultimi anni sono state più colpite dalla piaga degli incendi per informare sui rischi e sulle possibilità d'intervento, per mostrare i corretti comportamenti da tenere nel caso di avvistamento di un rogo, per rendere i cittadini più consapevoli del fatto che il fenomeno degli incendi dolosi può essere fermato con la collaborazione di tutti.

Quest'anno tutti gli eventi della campagna saranno concentrati nelle cinque regioni che maggiormente vivono il problema degli incendi boschivi: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Secondo i dati del Corpo forestale dello Stato, nel 2010 su tutto il territorio nazionale si sono verificati 4.884 roghi che hanno percorso una superficie di 46.537 ettari di cui 19.356 di bosco; la loro distribuzione, come succede da anni, si concentra pressoche' sempre in alcune regioni. La Sicilia è stata la regione ''più calda'' del 2010 (anche rispetto alla Sardegna, la più colpita nel 2009): si è avuta la piùestesa superficie percorsa dal fuoco (20.258 ettari, quasi il 50% di tutto quello che è bruciato in Italia) e anche il più alto numero d'incendi (1.159). In Sardegna, invece, nello stesso periodo, gli incendi sono stati quasi 800, in Calabria 652 e in Campania 543. In Puglia 473 roghi hanno mandato in fumo oltre 5mila ettari di territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento