menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perseguita e picchia mediatrice culturale di cui si era innamorato: arrestato

Aveva conosciuto la donna all'interno del Cara di Mineo. Il giovane 24enne afgano dopo l'ennesimo tentativo fallito di baciarla l'ha colpita al naso con una testata e poi all'addome con delle ginocchiate

I carabinieri di Caltagiorne  hanno arrestato un 24enne, originario dell’Afganistan, per atti persecutori e lesione personale. Ieri sera, intorno alle 21.30 in via Santa Maria di Gesù a Caltagirone, il giovane, non accettando il rifiuto da parte di una 28enne calatina, mediatrice culturale conosciuta all’interno del Cara di Mineo  nel mese di agosto 2016, ha raggiunto e bloccato la donna nei pressi dell’educandato San Luigi e dopo l’ennesimo tentativo fallito di baciarla, le ha sferrato una testata al naso e delle ginocchiate all’addome.

La donna, già il 29 giugno scorso, aveva sporto querela nei confronti dello stalker per le continue minacce, offese, maltrattamenti e pedinamenti che si protraevano dal mese di ottobre 2016. I militari sono immediatamente intervenuti sul posto bloccando subito l’aggressore e scongiurando ulteriori conseguenze. La vittima è stata trasportata e medicata all’ospedale di Caltagirone, dove i sanitari gli hanno riscontrato una infrazione ossea al naso, giudicata guaribile in 8 giorni. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato nel carcere di Caltagirone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento