Caltagirone: ampliamento del cimitero, consegnati altri 792 loculi

I lavori per l'ampliamento del cimitero di Caltagirone sono cominciati il 3 aprile del 2009. Rientrano nel project financing che comporta un investimento complessivo di oltre 19 milioni di euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Ulteriori 792 loculi sono stati consegnati agli acquirenti (dopo il collaudo e il nulla osta del sanitario) nell'ambito dei lavori per l'ampliamento del cimitero di Caltagirone.

Si tratta di 92 monumentini (da sei posti ciascuno, per un totale di 552 posti) nel campo L e di 240 loculi a colombario nel blocco U. Essi si aggiungono ai 1860 già realizzati e consegnati in precedenza, per un totale di 2656.

Inoltre, entro fine marzo saranno pronti 65 monumentini da sei posti (totale 390) e sette cappelle da 15 posti (105 posti), che porteranno a quota 3151 il totale dei posti già realizzati, vale a dire quasi un terzo di quelli da costruire.

I lavori per l'ampliamento del cimitero di Caltagirone sono cominciati il 3 aprile del 2009. Rientrano nel project financing che comporta un investimento complessivo di oltre 19 milioni di euro - interamente a carico dell'impresa aggiudicataria – comprensivi anche della realizzazione del camposanto nella frazione di Granieri. Previsti diecimila nuovi loculi.

La convenzione stipulata nell'ambito del project financing - della durata di 15 anni –  contempla l'ampliamento dell'attuale cimitero di Caltagirone in un'area a nord-ovest di circa 18 mila metri quadrati, con la costruzione di 9.941 posti, così suddivisi: 5444 loculi a colombario, 377 monumenti a sei posti per un totale di 2.262, 149 cappelle da 15 posti per complessivi 2.265.

I posti previsti nel costruendo camposanto di Granieri (che si estenderà su un'area di circa 13 mila metri quadrati) sono 2.656: 2.072 loculi a colombario, 96 monumentini a quattro posti per un totale di 384, 20 cappelle a dieci per complessivi 200 posti. La convenzione ha posto a carico della ditta aggiudicataria le procedure espropriative (con le relative spese), la realizzazione dei loculi e delle opere di urbanizzazione quali reti idrica e fognaria, pubblica illuminazione, parcheggi e verde cimiteriale e la gestione dei servizi cimiteriali sia nel costruendo, che nell'attuale cimitero.

Restano, invece, di competenza del Comune i servizi di custodia. Al termine dei 15 anni, il Comune di Caltagirone diventerà proprietario di tutte le opere realizzate, comprese le aree espropriate.

L'assessore comunale ai Servizi cimiteriali Vincenzo Di Stefano sottolinea “l'utilità degli interventi, che procedono come da cronoprogramma, e le loro ricadute positive, considerate le tante richieste a cui, in passato, non era facile andare incontro. Si sta ponendo fine per almeno 15/20 anni ai disagi causati dalla cronica carenza di loculi”.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento