Cronaca Caltagirone

Caltagirone, arrestato lo scippatore della donna morta dopo 23 giorni di coma

Il giovane ha confessato. Nella sua abitazione i militari hanno ritrovato e sequestrato gli indumenti da lui indossati al momento dello scippo, che fu ripreso da telecamere di videosorveglianza

Un regalo da comprare a una cugina che quel giorno festeggiava il compleanno: per questo L. M., 23 anni, il 21 maggio scorso, nel centro di Caltagirone, avrebbe scippato una 80enne, Giuseppa Ales, della sua borsa. Un'aggressione tanto repentina, quanto violenta, che ha fatto cadere la donna per terra, facendole sbattere la testa: entrata in coma è morta ieri dopo 23 giorni di ricovero nell'ospedale 'Papardo-Piemonte' di Messina. Per paura e' fuggito lasciando la borsa sul posto.

Il giovane, identificato grazie a alcune testimonianze e alla visione delle riprese di sistemi di video sorveglianza del centro storico di Caltagirone, è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Caltagirone.

Al sostituto procuratore Ilaria Corda, il 23enne ha confessato di essere l'autore dell'aggressione e di "essere pentito" per il gesto che ha commesso. Ha spiegato di avere "agito d'impulso", sostenendo che e' stata la "prima volta". Il giovane, nulla facente, ha detto al Pm e ai militari dell'Arma, voleva fare un regalo alla cugina. Mentre girava per la città ha visto la signora vicino l'ufficio postale, e ha pensato che avesse prelevato dei soldi. Per questo l'ha seguita per rubarle la borsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caltagirone, arrestato lo scippatore della donna morta dopo 23 giorni di coma

CataniaToday è in caricamento