Caltagirone, dissequestrato lo stabilimento della società Ortogel

Davanti al Gip la società ha esposto il nuovo corso intrapreso con la decisione di nominare un nuovo amministratore unico e di adottare sistemi di gestione degli scarti agrumari in linea con le normativa vigenti e che assicurino il rispetto dell'ambiente

Disposto il dissequestro dello stabilimento della Ortogel di Caltagirone alla cui sede l'11 aprile scorso carabinieri del Noe aveva messo i sigilli. Lo stabilimento, infatti, era stato sequestrato per reati ambientali.

Nell'ambito della stessa inchiesta erano stati notificati 17 avvisi di garanzia per attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti e smaltimento illecito di circa 75.000 tonnellate di scarti di lavorazione degli agrumi, il cosiddetto "pastazzo", che sarebbe stato ceduto ad aziende zootecniche qualificandolo come mangime animale.

Davanti al Gip la società ha esposto il nuovo corso intrapreso con la decisione di nominare un nuovo amministratore unico e di adottare sistemi di gestione degli scarti agrumari in linea con le normativa vigenti e che assicurino il rispetto dell'ambiente. Essendo stati ottenuti i risultati a cui mirava la richiesta interdittiva, la Procura della Repubblica ha revocato la richiesta di nomina del commissario giudiziale.

Per gli stessi motivi, secondo la magistratura, e in particolare per il ''ritorno a norma lo smaltimento dei rifiuti da parte della Ortogel'', è stata decisa la revoca del sequestro preventivo e disposto il dissequestro dello stabilimento, per consentire la ripresa della produttività a fronte del ripristino delle condizioni essenziali di legalita'.

Dalla Procura si sottolinea che con il dissequestro dello stabilimento si è concluso l'iter per l'applicazione della misure cautelari, essendosi restaurata la corretta gestione del ciclo dei rifiuti e tutelato l'ambiente. Il procedimento a carico dei 17 indagati prosegue invece il suo corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento