Caltagirone, escono dalla terapia intensiva quattro pazienti covid-19

I pazienti, giunti in fase avanzata della malattia, sono stati trattati con terapia che combina l’utilizzo di azitromicina, idrossiclorochina e antivirale

Primi due pazienti, positivi al Covid-19, estubati all’Uoc di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale “Gravina” di Caltagirone. Si tratta di un uomo di 62 anni, del siracusano, e di una donna di 82 anni, del nisseno. Entrambi i pazienti sono stati trattati con terapia che combina l’utilizzo di azitromicina, idrossiclorochina e antivirale. "Sono pazienti giunti in una fase avanzata della malattia - spiega il dott. Gianfranco Morgana, direttore dell’Uoc di Anestesia e Rianimazione. Nel corso dei giorni si è assistito a un graduale miglioramento delle loro condizioni di salute tale da consentire l’estubazione. Ringrazio tutto il personale, medici, infermieri, oss, ausiliari, per l’impegno e il grande lavoro di squadra". Nella giornata di ieri sono stati dimessi dal nosocomio calatino i primi due pazienti guariti dal Covid. Hanno fatto rientro nelle loro case accompagnati dall’abbraccio del personale sanitario e delle Forze dell’Ordine che, con l’occasione, hanno espresso la loro solidarietà a tutti gli operatori del Presidio gli operatori. hanno a loro vollta espresso gratitudine al lavoro che le forze dell’ordine svolgono facendo rispettare le misure di contenimento al fine di non rendere vane le fatiche dii tutti ed evitare che venga alimentata la catena del contagio . "È stato un momento emozionante - afferma la dott.ssa Maria Giovanna Pellegrino, direttore medico del Presidio. Ringrazio le forze dell’ordine per la solidarietà espressa che ricambio, aggiungendo la riconoscenza per il lavoro che quotidianamente svolgono, incuranti dei rischi, per la tutela e la sicurezza della comunità. Voglio, inoltre, anche io aggiungermi al ringraziamento per tutti gli operatori dell’Ospedale, per tutti i colleghi, fra i quali in modo speciale cito il dott- Pino Liberti, infettivologo, dirigente medico dell’Azienda Ospedaliera “Cannizzaro” che, con generosità e disponibilità, per puro spirito di servizio, ci ha aiutato e sostenuto, in modo eccellente, in un momento per noi difficile, garantendo la continuità del governo clinico del reparto di Malattie Infettive durante il periodo di malattia del primario, riuscendo con professionalità e competenza a rendere il clima sereno in giorni complessi come quelli che si stavano affrontando, riuscendo ad inserirsi nel contesto senza alcuna fatica, valorizzando le professionalità presenti e collaborando con tutte le Unità Operative del Presidio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre due pazienti, guarite dal Covid, verranno dimesse oggi pomeriggio dall’UOC di Malattie Infettive dell’Ospedale “Gravina”. Sono: una donna, di 55 anni, residente nell’ennese; e una donna di 77 anni, del calatino.
Per loro i tamponi di controllo sono risultati negativi e da oggi faranno rientro a casa. Le due donne sono state ricoverate a metà marzo. Risultate positive al tampone sono state trattate con terapia standard che combina l’utilizzo di azitromicina, idrossiclorochina e antivirale. Nella giornata di ieri sono stati dimessi dal nosocomio calatino i primi due pazienti guariti dal Covid. Presso l’UOC di Malattie Infettive sono, adesso, 36 i pazienti ricoverati, di cui 28 per Covid-19. Sono 6 i pazienti, guariti clinicamente, per i quali si è in attesa del secondo
tampone di controllo che, se negativo, saranno dimessi nei prossimi giorni. Nella mattina di oggi, presso l’UOC di Anestesia e Rianimazione, sono stati anche estubati i primi due pazienti, positivi al Covid-19. Si tratta di un uomo di 62 anni, del siracusano, e di una donna di 82 anni, del nisseno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Covid, bonus matrimonio: governo Musumeci stanzia oltre 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento