Cronaca Caltagirone

Caltagirone, acqua a giorni alterni dopo il raid della settimana scorsa

Ignoti si sono introdotti nella centrale di Ramione, a Vizzini, rubando materiale elettrico ed elettromeccanico e provocando danni gravissimi alle apparecchiature, con il fermo del pozzo che ha ridotto di oltre il 30% la disponibilità idrica in città

Acqua a giorni alterni a Caltagirone dopo il raid della settimana scorsa, quando ignoti si sono infatti introdotti nella centrale di Ramione, a Vizzini, rubando materiale elettrico ed elettromeccanico e provocando danni gravissimi alle apparecchiature, con il fermo del pozzo che ha ridotto di oltre il 30% la disponibilità idrica in città.

La Sie, Servizi idrici etnei, società che dal 2008 gestisce il servizio idrico a Caltagirone, informa che oggi l'acqua è stata distribuita nella parte centrale della zona nuova, fra cui all'ospedale, in viale Mario Milazzo e in viale Autonomia, e in qualche periferia. Domani, 13 marzo, sarà erogata nel centro storico e in qualche piccola porzione della zona nuova, con particolare riferimento alle utenze "sensibili" quali l'ospedale, le scuole e le strutture per anziani e disabili. Venerdì 14 sarà nuovamente distribuita nel centro storico e in altre parti del centro nuovo.

"Stiamo lavorando senza sosta per riparare i danni - sottolinea Francesco Nicosia, ingegnere della Servizi idrici etnei -  Ringraziamo polizia e carabinieri per i controlli effettuati, che si rivelano utili per scongiurare altri, analoghi danneggiamenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caltagirone, acqua a giorni alterni dopo il raid della settimana scorsa

CataniaToday è in caricamento