Caltagirone: iniziate le giornate dei minivigili

Gli alunni, accompagnati dai vigili urbani "adulti" e dagli insegnanti, vanno in giro per la città e, quando si imbattono in auto posteggiata male o in altre violazioni al codice della strada, appongono sui parabrezza delle vetture un foglio con la scritta: "Non è una contravvenzione, ma poteva esserlo"

Sono cominciate stamani, con gli alunni del plesso “San Domenico Savio” dell’istituto comprensivo “Vittorino da Feltre”, le “Giornate dei minivigili”, che coinvolgono circa 400 studenti delle quinte classi elementari della città (9 istituti: i tre circoli didattici, gli istituti comprensivi statali “Piero Gobetti”, “Vittorino da Feltre”, “Giorgio Arcoleo” e “Alessio Narbone”, gli istituti “Maria Ausiliatrice” e “Sacro Cuore”).

Gli alunni, accompagnati dai vigili urbani “adulti” e dagli insegnanti, vanno in giro per la città e, quando si imbattono in auto o altri mezzi posteggiati male o ravvisano altre violazioni al codice della strada, appongono sui parabrezza delle vetture un foglio con la scritta: “Non è una contravvenzione, ma poteva esserlo”.

 “Con questa iniziativa – afferma il sindaco Francesco Pignataro – vogliamo promuovere l’assunzione di comportamenti responsabili da parte dei giovani utenti della strada”. “Investiamo sui ragazzi, sulla cui attenzione e ricettività puntiamo molto – sottolinea l’assessore Franco Pace - e miriamo a educarli al rispetto delle regole, che è condizione essenziale per diventare bravi cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento