Incendio nello stabilimento KalatImpianti, grossi danni ai macchinari per il compostaggio

Distrutti dalle fiamme due strumenti essenziali: trituratore e vaglio, per un danno di oltre 600 mila euro. Il rogo ha colpito la plastica stoccata generando una nube tossica. A rischio la differenziata di molti comuni siciliani

Foto di Salvo Cocina

E' a rischio la raccolta differenziata di moltissimi comuni siciliani. L'incendio divampato nello stabilimento KalatImpianti di Caltagirone ha distrutto trituratore e vaglio, generando un danno di oltre 600 mila euro. Le fiamme altissime, hanno colpito la plastica stoccata che ha generato una nube nera e tossica. L'incendio dovrebbe essere partito dai terreni circostanti e bloccarlo è stato difficilissimo

"Al momento la situazione è sotto controllo e i vigili stanno ancora lavorando per non far espandere l'inendio all'impianto di compostaggio - dichiara a Catania Today l'ingegnere Salvo Cocina, dirigente dell'ufficio speciale per la raccolta della differenziata della Regione Sicilia - ma il danno è enorme per tutta l'isola. Il rischio è che l'organico di tantissimi comuni debba finire in discarica".

"Domani pomeriggio ci riuniremo per cercare di capire come fronteggiare questa emergenza che ci riguarda tutti. Essenziale la vicinanza del presidente Crocetta, dell'assessore regionale, dell'ingegnere Antonio Romano, in questa triste vicenda che rischia di farci fare molti passi indietro sul fronte del trattamento dei rifiuti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento