Caltagirone: Via libera del Consiglio comunale a investimenti per oltre 16 milioni di euro

Via libera del Consiglio comunale a investimenti per oltre 16 milioni di euro: sono le risorse “liberate” dal Cipe che consentiranno il recupero di 40 alloggi di edilizia sociale e la realizzazione della nuova sede del Commissariato di polizi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Caltagirone è uno dei 15 Comuni siciliani (il primo in graduatoria e l'unico in provincia di Catania) in cui saranno realizzati alloggi a canone sostenibile grazie al via libera dato dal Cipe agli schemi di accordo di programma fra alcune regioni d'Italia - fra queste anche la Sicilia – e il ministero delle Infrastrutture.

Nell'Isola saranno recuperati 602 alloggi, 40 dei quali a Caltagirone (tutti nel centro storico): 7 a mercato libero e 33 con il “social housing” (edilizia sociale), lo strumento con cui si va incontro alla domanda di alloggi di chi non ha una casa e paga con sempre maggiori difficoltà un canone d’affitto (o una rata di mutuo): famiglie monoreddito, lavoratori precari, famiglie monogenitoriali, giovani e anziani.

A Caltagirone le risorse “liberate” dal Cipe consentiranno investimenti per oltre 16 milioni di euro, che serviranno pure alla costruzione della nuova sede del Commissariato della Polizia di Stato e del Distaccamento della Polstrada (sede adeguata ai più recenti standard del ministero dell'Interno e capace di assecondare l'auspicato potenziamento di uomini e mezzi), in località Cappuccini, in un terreno a fianco della “Via di fuga”.

Il Consiglio comunale, nel corso della seduta di martedi 2 agosto, ha dato il via libera all'importante provvedimento, proposto dall'Amministrazione. Tenendo conto dei prossimi passi da compiere (firma dell'accordo di programma fra Regione e ministero Infrastrutture e progetto esecutivo), i lavori, a costo zero per il Comune, potranno cominciare nei primi mesi del 2012. Dureranno un anno e mezzo.

Sul provvedimento, illustrato dal responsabile Utc Ignazio Alberghina, sono intervenuti, sottolineandone la grande utilità, il presidente della Commissione Sergio Domenica, i consiglieri Angelo Alba, Giovanni Garofalo, Maurizio Bauccio (capogruppo Pdl) e Roberto Gravina (capo gruppo misto), che ha invece manifestato qualche perplessità.

Un'importante realizzazione – commenta il presidente Fortunato Parisi – a cui il Consiglio concorre positivamente”. A sottolinearne l'importanza è anche l'assessore all'Urbanistica, Domenico Palazzo. Il sindaco Francesco Pignataro: “Di rilievo i nuovi alloggi, ma anche il fatto che il Commissariato potrà finalmente trovare una sede adeguata”.
        
 

Torna su
CataniaToday è in caricamento