Caltagirone: manifesti di lutto per il dolce Bigio, morto avvelenato

Il fedele cane Bigio è morto avvelenato il primo dell'anno. I padroni, consumati dal dolore, pubblicano nelle strade di Caltagirone il manifesto funebre

Il cane è senza dubbio il migliore amico di un uomo e la sua perdita è un dolore che solo chi ha amato un animale può comprendere.

A Caltagirone, la famiglia Scebba-Al Maani ha condiviso l’inaspettata e ingiusta perdita del loro cagnolino Bigio con tutta la città. I padroni hanno, infatti, attaccato dei manifesti di annuncio funebre che danno la notizia della morte dell'amato cane che, il prossimo giugno avrebbe compiuto dieci anni.

Nelle locandine si dà notizia che il povero Bigio è stato ucciso dalla crudeltà di ignoti che hanno avvelenato il cibo. Sembra poi che il mangiare intossicato sparso in contrada Romana stesse per segnare anche la sorte di una altra cagnetta, Nur, amica Bigio il cui nome compare sul manifesto.

Inoltre, l’avviso funebre  invita i cittadini al rispetto degli animali e di tutti gli esseri viventi e cita, anche, l'articolo 544 bis del Codice penale che punisce penalmente quanti commettono queste azioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento