Renzi a Caltagirone: "Di Maio e Salvini gemelli diversi del populismo italiano"

L'ex premier ha partecipare a un incontro dal titolo 'Popolarismo e populismo', che si è tenuto al teatro Sant'Anna in occasione del 99/mo anniversario dell'"Appello ai liberi e forti" di don Luigi Sturzo

Matteo Renzi è arrivato a Caltagirone per partecipare a un incontro dal titolo 'Popolarismo e populismo', che si tiene al teatro Sant'Anna in occasione del 99/mo anniversario dell'"Appello ai liberi e forti" di don Luigi Sturzo, il sacerdote che nel 1919 fondò il Partito Popolare Italiano, del quale fu segretario politico fino al 1923.

Il suo gesto politico più significativo è ritenuto quello che compì il 18 gennaio del 1919 dall'albergo Santa Chiara di Roma con "l'Appello ai Liberi e Forti", carta istitutiva del Partito Popolare Italiano: "A tutti gli uomini liberi e forti, che in questa grave ora sentono alto il dovere di cooperare ai fini superiori della Patria, senza pregiudizi né preconcetti - disse don Sturzo - facciamo appello perché uniti insieme propugnano nella loro interezza gli ideali di giustizia e libertà". Morto nel 1959 a Roma, a 87 anni, è sepolto nella chiesa Santissimo Salvatore della città in cui nacque, Caltagirone.

Durante l'incontro l'ex premier sulla situazione di politica nazionale attuale ha affermato: "C'e la caccia a fare il ministro. Ci sono santi e santini: io suggerisco un po' di pudore, di forza, di equilibrio. Non crediamo ai partiti di plastica che pubblicano e falsificano i sondaggi di giorno in giorno".

"Nel dibattito politico italiano i gemelli diversi del populismo italiano, Di Maio e Salvini, su alcuni temi vanno sempre nella stessa direzione, ovvero quella del no all'obbligatorietà dei vaccini, come voluta dal governo, vanno insieme sulle politiche europee e sul vaneggiare un referendum sull'euro dimostrando in modo più forte che altrove la necessità di avere delle radici. A Caltagirone, - ha concluso Renzi - e non solo qui, trovo un pezzo delle radici e della storia del Pd".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento