Caltagirone, "operazione Calamita": 4 arresti per furto, rapina e ricettazione

Le indagini hanno ricostruito l'attività di un gruppo criminale formato da alcuni pregiudicati responsabili di furti di materiale ferroso, attrezzi, accumulatori di corrente anche ai danni di società pubbliche

Nella notte i carabinieri di Caltagirone hanno arrestato quattro pregiudicati per furto aggravato, rapina impropria, furto in abitazione e ricettazione. Le indagini sono partite nell'aprile del 2014 poco dopo il verificarsi di alcuni furti di organi elettrici, all’interno degli impianti idrici localizzati tra Grammichele e Granieri, con lo scopo di ricavare rame da rivendere sul mercato nero

.Il lavoro degli inquirenti ha permesso di ricostruire l’attività di un gruppo criminale, stabile e radicato sul territorio, responsabile di una dozzina di furti di materiale ferroso, attrezzi, accumulatori di corrente e gasolio da trazione, anche ai danni di società impegnate in servizi di pubblica utilità, con notevoli disagi per la collettività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le modalità con cui i colpi venivano messi a segno hanno dimostrato la notevole organizzazione e spregiudicatezza dei malviventi che infatti, in più di una circostanza, colti in flagranza, non esitavano a minacciarle di morte, anche con armi – nello specifico un’accetta –, o a speronarne la macchina delle vittime per guadagnarsi la fuga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento