Caltagirone, caso rifiuti: dalla Regione arriva un prestito di 9 milioni

Entro 10 anni saranno rimborsate le cifre che la Regione ha anticipato. Beneficeranno del finanziamento anche Mazzarrone, Mirabella Imbaccari, Raddusa, Scordia, Vizzini, Grammichele, Militello, Palagonia, Ramacca, San Cono

Importanti novità sul fronte rifiuti a Caltagirone. Il sindaco Nicola Bonanno ha siglato l’accordo con la Regione e sono previsti ben 8 milioni di euro. In questo modo la Regione aiuta i comuni a sanare i debiti contratti con le società che si occupano della gestione rifiuti (nel caso di Caltagirone, l’Aimeri Ambiente-Kalat spa).

Solo qualche giorno fa, l’ispettore regionale, insediatosi il primo febbraio, ha confermato la correttezza delle procedure seguite dall’amministrazione, a dimostrazione, secondo lo stesso Bonanno, che la via del dissesto finanziario è stata intrapresa “per il bene della città”, essendo frutto di un’analisi tecnica delle difficoltà che si sono accumulate negli anni.

Il sindaco ha poi aggiunto di confidare “nel senso di responsabilità dell’intero consiglio comunale al fine di adottare le conseguenti delibere che sono state rinviate ormai da troppo tempo e che espongono l’amministrazione alle aggressioni delle innumerevoli azioni legali pregresse”. A tal proposito è stato convocato il consiglio comunale che torna a pronunciarsi sul dissesto il prossimo 11 marzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ritornando al problema “scottante”, considerata la mole di rifiuti sulle strade dell’intera città, la somma messa a disposizione dalla Regione (16 milioni di euro) sarà distribuita nell’arco di 4 anni, e anche i comuni di Mazzarrone, Mirabella Imbaccari, Raddusa, Scordia, Vizzini, Grammichele, Militello, Palagonia, Ramacca, San Cono beneficeranno del finanziamento. Entro 10 anni, e senza applicazione di interessi, saranno rimborsate le cifre che la Regione ha anticipato. Il sindaco Bonanno, giunti a questa fase, confida nel rispetto dell’ultimo accordo sottoscritto con la Kalat, per fare in modo che a seguito del versamento degli stipendi agli operatori, venga ripreso il servizio di pulizia straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Sparatoria in centro commerciale dopo litigio: un ferito grave

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

  • Tentato omicidio al centro commerciale, il 19enne ha utilizzato pistola con matricola abrasa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento