Caltagirone, ex mercato ortofrutticolo comunale: sequestrata discarica abusiva

L'immobile era stato concesso in uso all'azienda milanese Aimeri Ambiente, affidataria del servizio di igiene urbana in vari comuni del calatino per conto della società Kalat Ambiente. Indagati il legale rappresentante della Aimeri ed il responsabile del cantiere

I militari di Caltagirone- a causa dei disagi verificatisi nella raccolta urbana dei rifiuti - hanno sottoposto a sequestro, nei giorni scorsi, un capannone industriale ed un’area ad esso adiacente nella quale erano depositati, in mancanza delle specifiche autorizzazioni,  grandi quantità di rifiuti speciali e rifiuti solidi urbani, che da diversi giorni i militari avevano notato essere abbandonati su automezzi in avaria dai quali, tra l’altro, fuoriusciva percolato maleodorante.

L’immobile in argomento, facente parte dell’area dell’ex mercato ortofrutticolo comunale, era stato concesso in uso all’azienda milanese “Aimeri Ambiente srl”, affidataria del servizio di igiene urbana in vari Comuni del calatino per conto della società d’ambito “Kalat Ambiente”.

Il servizio rivolto alla prevenzione dei reati ambientali, è stato condotto unitamente ai tecnici del Servizio Ecologia del Comune di Caltagirone ed al personale dell’ASP 3 di Catania, che ha anche accertato gravi violazioni alla normativa sulla sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro da parte della società detentrice, alla quale il Comune di Caltagirone dell’allora Giunta Pignataro, nel corso dell’anno 2007, aveva affidato in comodato d’uso gratuito una vasta area ricavata all’interno dell’ex mercato ortofrutticolo comunale di Contrada Molona, affinché la stessa venisse utilizzata esclusivamente per il ricovero dei mezzi e delle attrezzature dopo la quotidiana attività di raccolta dei rifiuti.

Sono stati segnalati alla competente Autorità giudiziaria il legale rappresentante della “Aimeri Ambiente srl” ed il responsabile del cantiere operativo di Caltagirone della stessa società, ritenuti responsabili, oltre che dei reati in materia ambientale previsti dalla Legge 152/2006, anche di varie violazioni al Decreto Legislativo 81/2008 in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento