Cronaca Caltagirone

Caltagirone, sequestrato lo stabilimento della società Ortogel

Secondo i carabinieri il "pastazzo" di agrumi, scarto della produzione di succhi concentrati, anziché essere ceduto agli allevatori di bestiame come mangime per animale veniva gettato in terreni abbandonati

Lo stabilimento della società "Ortogel spa" di Caltagirone è stato sequestrato per reati ambientali.

Secondo i carabinieri il "pastazzo" di agrumi, scarto della produzione di succhi concentrati, anziché essere ceduto agli allevatori di bestiame come mangime per animale veniva abbandonato in terreni i cui proprietari erano deceduti o comunque non utilizzati per l'allevamento.

Secondo una stima degli investigatori con questo sistema la ditta, tra il 2009 e il 2012, ha ottenuto un profitto di circa 3 milioni di euro.

Il provvedimento oltre all'impianto industriale di contrada Balchino, nell'area dell'Asi, ha riguardato anche tre trattori, tre semirimorchi e un autocarro della stessa società, utilizzati per il trasporto di notevoli quantità di "pastazzo".

Per la prima volta in Italia è stata anche applicata su richiesta della Procura la misura cautelare prevista dalla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti e all'amministratore della ditta è stato notificato l'avviso di fissazione dell'udienza disposta dal Gip.

Questa normativa, introdotta nel 2011, contempla il reato di attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti, contestato ai dirigenti della "Ortogel" e ad altri indagati, con i provvedimenti eseguiti oggi. Lo stabilimento della "Ortogel" era stato già stato sequestrato il 14 ottobre 2010 dalla Procura di Caltagirone.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caltagirone, sequestrato lo stabilimento della società Ortogel

CataniaToday è in caricamento