Cambio d'appalto del servizio di vigilanza nello stabilimento della 3Sun

Vitale (Ugl): “Da triplice attacco incomprensibile ed offensivo, nostra firma a tutela di tutti i lavoratori. Salvaguardati 15 posti di lavoro e i livelli retributivi”

Sulla vicenda del cambio d’appalto per il servizio di vigilanza all’interno del sito catanese della 3Sun, interviene il segretario regionale, nonché segretario provinciale, della federazione Ugl sicurezza civile Giovanni Vitale che respinge le accuse mosse da Cgil, Cisl ed Uil e spiega il motivo che ha condotto al via libera sull’accordo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dalla triplice, nei nostri confronti, è arrivato un attacco incomprensibile e, per molti versi, offensivo. In questa vertenza il nostro è sempre stato un atteggiamento determinato e responsabile perché c’era da salvare 15 posti di lavoro ed i livelli retributivi, nella transazione dell’appalto tra la società uscente e quelle subentranti. Da parte nostra, non abbiamo ravvisato alcuna anomalia nella proposta messa sul tavolo dalle ditte subentranti stesse che hanno assicurato l’assunzione di tutte le unità lavorative attualmente in forza nell’ambito dello stabilimento etneo ed hanno garantito, nel contempo, il mantenimento della condizione retributiva attuale attraverso l’attivazione di un sistema di indennizzi, come si può rilevare facilmente dal verbale firmato dalle parti. Non si comprende, inoltre, la polemica innescata dalle tre sigle, che fino a pochi minuti prima della firma dell’accordo non avevano dato segnali di contrarietà, annunciando l’arrivo in sede dei propri rappresentanti di categoria che invece non sono mai arrivati. E non si capisce neanche cosa è cambiato da luglio ad oggi, visto che allora gli stessi sindacati insieme a noi hanno firmato senza alcuna remora un cambio appalto uguale per la sede Enel di Catania. Dispiace, infine, – conclude il sindacalista – rilevare che pur di difendere le proprie battaglie (a noi comunque rimaste a tutt’oggi sconosciute) si dia spazio ad attacchi pretestuosi che nulla c’entrano con la realtà dei fatti, poiché l’interesse della Ugl sicurezza civile, aldilà di sterili insinuazioni, è stato sempre e sarà quello di volere operare nell’interesse di tutti i lavoratori quando si è firmatari di contratto a livello nazionale.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento