Cameraman ferito durante manifestazione a Catania, la solidarietà dell'Unci Sicilia

Il Gruppo siciliano dell'Unione nazionale cronisti italiani esprime solidarietà al cameraman dell'emittente televisiva regionale “Rei Tv”, Lorenzo Nicotra, ferito ieri in via Etnea a Catania durante i disordini scoppiati nel corso della manifestazione contro i provvedimenti del Governo

Il Gruppo siciliano dell'Unione nazionale cronisti italiani esprime solidarietà al cameraman dell'emittente televisiva regionale “Rei Tv”, Lorenzo Nicotra, ferito ieri in via Etnea a Catania durante i disordini scoppiati nel corso della manifestazione contro i provvedimenti del Governo per contenere il diffondersi del covid19. L’operatore, che si trovava assieme al collega Filippo Romeo, presidente della sezione catanese dell’Unci, è stato colpito al volto da una scheggia di una bomba carta deflagrata a pochi metri dalla troupe. Ha riportato un’ecchimosi sull'arcata sopraccigliare sinistra, giudicata dai sanitari guaribile in cinque giorni. Fortunatamente il frammento incandescente non ha centrato l’occhio. “Questo nuovo episodio di violenza colpisce ancora una volta il lavoro di cronisti che, tra mille difficoltà, continuano a raccontare con passione e abnegazione quanto accade nei territori dell'isola colpiti dall'emergenza sanitaria, garantendo così a telespettatori e lettori il diritto ad essere correttamente informati. L'Unci Sicilia esprime solidarietà al collega ferito, auspica che i responsabili vengano individuati e perseguiti e fa appello al Prefetto di Catania perché nei momenti di maggiore pressione della piazza venga garantita l'agibilità professionale dei giornalisti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento