Campo San Teodoro, la gente di Librino lo riporta in vita

Dopo un lavoro di riqualificazione del manto erboso, metà del campo viene utilizzato per gli allenamenti di rugby dei giovani atleti dei "Briganti"

Un’alternativa, purtroppo, fino ad oggi non c’è stata. A pochi passi dal Palazzo di cemento, “giace” il Campo San Teodoro, struttura comunale nata nel 1997, a fronte di un costo complessivo stimato intorno ai 10 milioni di euro. Il totale abbandono dell’impianto ha reso impraticabile il campo e la palestra interna. La solita storia, viene da pensare.

Ma i cittadini di Librino hanno un cuore. “Librino ha delle potenzialità inespresse. Tanti bambini, che amano il rugby, non hanno un posto dove allenarsi”, dichiara Valentina Marletta, membro del direttivo dei volontari dell’ Iqbal Masih, associazione attiva nel quartiere dal 1995 e che lo scorso 25 Aprile ha deciso di ridare vita alla struttura.

Grazie al lavoro di cittadini come lei, la speranza di recuperare il centro polifunzionale del quartiere di Librino non è andata persa. “Il Campo San Teodoro – ribadisce Valentina Marletta - ormai da sempre abbandonato, deve poter diventare uno spazio del quartiere, fruibile per tutti coloro che vogliono un’alternativa alla vita di strada”.

Dopo un lavoro di riqualificazione del manto erboso, metà del campo viene ora utilizzato per gli allenamenti di rugby dei giovani atleti dei “Briganti”, società nata nel 2006 da un laboratorio dell’Iqbal Masih. La squadra maggiore che milita in serie C, invece, utilizza il campo di San Gregorio.

“Il nostro obiettivo è avviare una trattativa con il Comune – continua Valentina- e coinvolgere tutte le associazioni sportive possibili, per mettere in funzione l’intero impianto, ormai depredato nel corso degli anni dai continui atti vandalici. Fino ad ora non abbiamo ricevuto risposte concrete dal Comune, ma con le nostre iniziative, vogliamo dimostrare che Librino e i cittadini hanno bisogno di usufruire di questo spazio”.

Oggi, 3 Novembre, verranno proiettati 2 trailer inediti di Federico Fellini a cura dell'archivio del Trailers FilmFest. E' possibile anche ammirare una mostra d’arte fotografica e acquistare prodotti dell’usato per raccogliere fondi destinati alla riqualificazione del Campo San Teodoro.

Lo scenario che si presenta rimane però da brividi. L’interno della palestra, tra vetri rotti, spogliatoi distrutti, lascia in eredità un centro totalmente da ricostruire. Non versa in condizioni migliori nemmeno il campo di calcio. Samuele, uno tra i membri dell’Iqbal Masih, ci fa sapere che “tempo fa il Calcio Catania aveva gestito per poco tempo il campo adiacente alla palestra, ma oggi anche questa parte dell’intero impianto versa in condizioni di totale abbandono. Indiscrezioni parlano di un nuovo stadio del Calcio Catania che potrebbe sorgere proprio in questa zona. Se realizzato, il progetto porterebbe a far diventare l’intero Campo San Teodoro una zona di parcheggio”. Tanti soldi investiti e ora la possibilità per Catania di perdere una struttura così preziosa. Una possibilità da scongiurare per dare speranza a tanti bambini del quartiere di Librino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento