Una proposta per Librino: "Sgravi fiscali per il campo San Teodoro"

Il centro direzionale polivalente “San Teodoro” è stato creato oltre vent’anni fa per ospitare le universiadi del ’97 e per molto tempo è stato abbandonato

"Quello che stanno compiendo 'I Briganti', all’interno di uno dei luoghi che per troppo tempo è stato in mano ai vandali e alla microcriminalità, è assolutamente encomiabile con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti". E' quanto afferma la consigliera comunale Ersilia Severino, in merito alla situazione in cui versa questa parte di Librino. Il centro direzionale polivalente “San Teodoro”, che fa riferimento al “Piano Particolareggiato per la ricreazione e lo sport” a Librino, è stato creato per ospitare le universiadi del ’97 e per anni è stato abbandonato.

"La questione di fondo, però, resta quello di occuparsi dell’intero impianto. Per queste ragioni -spiega - chiedo al Primo Cittadino di Catania di attivarsi per creare una cabina di regia che veda anche la presenza di imprenditori che sul Pala San Teodoro vogliano scommetterci. In cambio di agevolazioni fiscali o esenzioni, anche le società sportive potrebbero adottare il campo in erba sintetica, le palestre, il bocciometro, gli spogliatoi e vari campetti di calcio. Fare il possibile per la struttura affinchè ritorni ai fasti dei primi anni ’90. Un primo tentativo era stato fatto nel 2009 senza grandi risultati. Oggi il piano di lavoro da sviluppare deve prevedere anche il recupero dei vicini botteghini oggi letteralmente circondati da una enorme discarica abusiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento