Candeggina nell'acqua di una studentessa: parla il Preside del liceo

Migliorano le condizioni della ragazza che, nella tarda mattinata di martedi, è stata avvelenata con la candeggina. Continuano, però, le indagini della Scientifica per risalire al responsabile

Migliorano le condizioni della ragazza che, nella tarda mattinata di martedi, è stata avvelenata con la candeggina. La studentessa del Liceo scientifico Principe Umberto aveva comprato una bottiglietta d'acqua al bar della scuola e ne aveva bevuto solo un sorso. Poi, dopo avre fatto educazione fisica, è ritornata a bere, avvertendo un malore e vomitando negli spogliatoi della palestra. Da quando emerso, una seconda bottiglietta di acqua minerale - contenente candeggina- è stata trovata poco distante. Qualcuno, quindi, è entrato negli spogliatoi durante la lezione di educazione fisica e ha versato parte dell'acqua con la candeggina nella bottiglietta della ragazza.

Davanti all'accaduto, il preside dell'Istituto, il professore Salvatore Gioia, dichiara: " E' da escludere che qualche estraneo possa essere entrato oltre al personale scolastico, perchè c'è un cancello esterno sempre chiuso e anche un cancello interno. E' un episodio molto grave che non riusciamo a spiegarci, nè è mai accaduta qualcosa di simile in dieci anni che sono al Principe Umberto e neanche prima".

Continuano, però, le indagini della Scientifica per risalire al responsabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento