Venerdì, 19 Luglio 2024
randagismo / San Giovanni la Punta

Cane ucciso a San Giovanni La Punta, interviene l'assessore Reale: "Non deve più accadere"

L'assessore ha ribadito la massima disponibilità da parte del Comune nel collaborare con le autorità che indagano sull'accaduto

Riceviamo e pubblichiamo la nota dell'assessore del Comune di San Giovanni La Punta, Chiara Reale, con delega al randagismo, in merito alla barbara uccisione del cane molossoide avvenuta negli scorsi giorni.

"Voglio esprimere grandissimo dispiacere per quanto accaduto in via Minicucca a San Giovanni la punta col ritrovamento del cane deceduto sia coma persona che ama gli animali in primo luogo e come Assessore ai Diritti degli animali. Voglio rappresentare che la mia persona e l'amministrazione comunale tutta restano a disposizione affinché episodi simili non  possano più accadare in futuro, per quanto in nostro potere fare come per esempio l'installazione delle telecamere sul posto in cui si è verificato il fatto trattandosi di zona isolata.
Circa le sevizie delle quali si è letto su varie pagine di giornale, non è stato possibile stabilire con certezza se siano state poste in essere o meno. Ma il cane presentava le zampe legate, molto probabilmente per lasciare la carcassa già esamine sul posto affinché venisse smaltita.
Questo rappresenta a prescindere un'azione di assoluta inciviltà e cattiveria e se la Procura di Catania riterrà opportuno procedere ad indagini, come richiesto dal Partito Animalista Italiano con un esposto contro ignoti,  il Comune di San Giovanni la punta sarà presente disponibile a valutare ogni azione rivolta a scongiurare che si possano verificare episodi simili.
Come Assessore alla tutela degli animali e lotta al randagismo, ho a cuore l'organizzazione di una campagna di sensibilizzazione della comunità per la tutela di esseri indifesi, che troppo spesso sono vittime di gesti ignobili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane ucciso a San Giovanni La Punta, interviene l'assessore Reale: "Non deve più accadere"
CataniaToday è in caricamento