Cronaca

Cani, 40 ciotole per bere affidate agli esercenti

Le ciotole sono in tutto quaranta, sono offerte dal gruppo ZoeWorld e Natural Code e i volontari dell'Enpa (Ente nazionale protezione animali) le stanno distribuendo in altrettante piazze e vie di tutti i quartieri di Catania

"Voglio ringraziare, oltre agli sponsor e ai volontari che stanno lavorando al progetto, tutti gli esercenti che hanno accettato di custodire queste ciotole per far bere i cani: un piccolo gesto d'attenzione, ma soprattutto un bell'esempio di collaborazione". Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco nel Parco Falcone, dove il "custode della ciotola", come è stato scherzosamente definito, sarà il proprietario del chioschetto. 

Le ciotole sono in tutto quaranta, sono offerte dal gruppo ZoeWorld e Natural Code e i volontari dell'Enpa (Ente nazionale protezione animali) le stanno distribuendo in altrettante piazze e vie di tutti i quartieri di Catania in collaborazione con il Comune  e Le AristoGatte Onlus. Con Bianco c'erano il presidente della Municipalità Salvo Rapisarda, il consigliere comunale Mario Crocitti e la vicepresidente della quinta Circoscrizione Maria Grazia Felicioli, oltre alla consulente per il Randagismo Gabriella Barchitta, i presidenti dell'Enpa Aldo Paradiso e delle AristoGatte Vera Russo e Giovanni Marziale del gruppo ZoeWorld.

"L'idea di questo progetto - ha detto Bianco -, che in futuro potrà essere implementato, si deve a Gabriella Barchitta e fa sì che Catania sia la prima città siciliana a promuovere questo tipo di iniziativa gradita da tutti coloro i quali amano gli animali"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani, 40 ciotole per bere affidate agli esercenti

CataniaToday è in caricamento