Cronaca

Randagismo, il Comune crea un elenco dei volontari animalisti

L'iniziativa mira ad accreditare cittadini singoli o associati che intendano esercitare gratuitamente attività di volontariato finalizzato ad arginare il fenomeno del randagismo

La tutela e il benessere degli animali e il contrasto al randagismo sono al centro di specifiche iniziative messe a punto dal Comune di Catania, con l'assessorato di riferimento retto da Michele Cristaldi. La sezione "Tutela e benessere degli animali" della piattaforma "Catania Semplice", interna al sito web istituzionale del Comune di Catania, ospita i nuovi servizi offerti dall'ufficio dell'amministrazione comunale, che mira a stabilire una civile convivenza tra i cittadini e gli animali nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente. Tra le attività di competenza, la cura, il monitoraggio, la cattura e il ricovero degli animali randagi al fine di prevenire, di concerto con le associazioni animaliste, gli atti di crudeltà, i maltrattamenti e l'abbandono.

La sezione del sito web propone tutte le informazioni e i canali di accesso facilitato per usufruire di una serie di servizi, a partire dall'adesione all'elenco dei volontari animalisti accreditati, di nuova costituzione. E' possibile anche presentare segnalazioni riguardo a presunti maltrattamenti, richieste di adozione di gatti o cani randagi, dichiarazioni di ritrovamento, richieste di affidamento.

La principale novità è l'elenco dei volontari animalisti, previsto dall'ordinanza sindacale n.107 del 7 del giugno 2019, che mira ad accreditare cittadini singoli o associati che intendano esercitare gratuitamente attività di volontariato finalizzato ad arginare il fenomeno del randagismo. L'accesso è aperto a privati cittadini, maggiori di 18 anni, o a soci di associazioni animaliste sia iscritte all'albo regionale, sia costituite con atto pubblico ma non iscritte all'Albo regionale. Tra i requisiti richiesti, a garanzia di affidabilità e correttezza nello svolgimento delle attività, figura l'aver partecipato a un corso di formazione specifico in materia o l'impegno a conseguire l'attestato di formazione entro 12 mesi dall'iscrizione. E' precluso l'accesso a chi ha subito condanne per abbandono, maltrattamento o uccisioni di animali o è incorso in sanzioni amministrative per il mancato rispetto della legge regionale 15/2000 e del regolamento comunale di cui alla delibera del consiglio comunale n. 83 del 18/11/2009. “E' ferma la volontà dell'Amministrazione – ha detto l'assessore Cristaldi – nel perseguire, anche in un periodo complicato come quello dell'emergenza sanitaria che stiamo vivendo, le attività preposte a contrastare il fenomeno del randagismo e a salvaguardare il benessere degli animali e indirettamente di tutta la nostra comunità. La definizione del profilo dei volontari animalisti, inoltre, garantirà standard di qualità e professionalità a tutti gli interventi collegati ai vari servizi. E' un altro importante passo avanti lungo un percorso che stiamo tracciando con la collaborazione di tanti cittadini e associazioni che ringrazio per il proficuo e costante contributo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Randagismo, il Comune crea un elenco dei volontari animalisti

CataniaToday è in caricamento