Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Branchi di randagi a San Nullo, l'appello del consigliere Anastasi

I cani sono stati individuati sul viale Tirreno e all'interno del triangolo compreso tra via Ota, viale Benedetto Croce e via Gioviale

Ancora cani randagi in azione, ancora il quartiere di San Nullo in primo piano. Stavolta i vaganti sono stati individuati sul viale Tirreno e all’interno del triangolo compreso tra via Ota, viale Benedetto Croce e via Gioviale. I residenti della zona sono spesso costretti a restarsene chiusi in casa per paura di attacchi da parte del branco. Stessa situazione per i motociclisti che, sul viale Tirreno, effettuano manovre pericolose nel tentativo di mettersi in salvo. E' la denuncia del consigliere comunale Sebastiano Anastasi.

"Animali che vanno curati e nutriti e che, in questa parte di San Nullo, stanno causando una strage di gatti. Gruppi di cani di 10-12 unità che hanno già aggredito alcune persone - dichiara il consigliere- Vaganti che trovano rifugi sicuri nei tanti terreni abbandonati di San Nullo e poi sbucano all’improvviso con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Nelle ultime settimane ho ricevuto tantissime segnalazioni da parte di donne che vanno a fare la spesa oppure di genitori che accompagnano i figli a scuola. In qualità di consigliere comunale il sottoscritto Sebastiano Anastasi chiede urgentemente al sindaco di attivarsi in tutti i modi per creare una rete sinergica con tutte le associazioni di animalisti che operano nel territorio e che svolgono un lavoro encomiabile per arginare questo fenomeno e trovare un riparo a tanti animali. Qui c’è in gioco la salute e l’incolumità della gente; non si possono aspettare altri attacchi per intervenire. Trattandosi di animali di grossa taglia e visto che la zona dove vivono è molto vasta occorre una collaborazione di tutti i soggetti interessati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Branchi di randagi a San Nullo, l'appello del consigliere Anastasi

CataniaToday è in caricamento