Ospedale Cannizzaro, medico muore dopo intervento: aperta inchiesta

Giovanni Cappadona, il 4 marzo scorso, era stato sottoposto a un intervento addominale in laparoscopia all'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata e, per complicazioni sopravvenute, è stato trasferito nel nosocomio di Militello e infine al Cannizzaro di Catania, dove è morto

La Procura della Repubblica di Catania ha aperto un'inchiesta, al momento solo conoscitiva, sulla morte, avvenuta ieri nell'ospedale Cannizzaro, di Giovanni Cappadona, 58 anni, di Licata (Agrigento), medico chirurgo e specialista in medicina dello sport.

Il sostituto procuratore Marisa Scavo ha disposto atti urgenti e irripetibili, come il sequestro delle cartelle cliniche e l'autopsia, perchè la competenza sarebbe della magistratura di Agrigento.

Il fascicolo è stato aperto su denuncia dei familiari del medico. Il professionista, il 4 marzo scorso, era stato sottoposto a un intervento addominale in laparoscopia all'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata e, per complicazioni sopravvenute, è stato successivamente trasferito nel nosocomio di Militello e infine alla rianimazione del Cannizzaro di Catania, dove è morto ieri. Dopo il decesso la famiglia ha presentato un esposto all'autorità giudiziaria, chiedendo che ''si faccia luce su quanto accaduto''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento