Cannizzaro, Nursind: "Concorsi anomali, passano solo i sindacalisti"

Il Nursind, sindacato degli infermieri, ha chiesto all'azienda ospedaliera Cannizzaro di ritirare in autotutela la delibera di idoneità al concorso interno per 16 dipendenti

Il Nursind, sindacato degli infermieri, ha chiesto all'azienda ospedaliera Cannizzaro di ritirare in autotutela la delibera di idoneità al concorso interno per 16 dipendenti per accedere al profilo professionale di “collaboratore sanitario esperto - infermiere”. Secondo il sindacato, infatti, l'amministrazione dell'ospedale non avrebbe vigilato a sufficienza sullo svolgimento del concorso.

Diverse le anomalie rilevate durante la prova. Prima tra tutte l'esiguo numero di partecipanti, solo 86. Il concorso, secondo la denuncia del Nursind, non è stato pubblicizzato in maniera adeguata, precludendo la possibilità a chi aveva tutti i requisiti necessari.

Da sottolineare anche come il quiz, prima prova del concorso, era di estrema facilità tanto da consentire al 100% dei partecipanti di superare il test. Al contrario, durante il colloquio, il 75% degli ammessi è stato ritenuto non idoneo. Rilevante la circostanza che la maggior parte dei vincitori siano dirigenti sindacali, eletti in Rsu.

“Davanti queste anomalie, ci chiediamo come sia possibile questo risultato - dichiara Salvatore Vaccaro, segretario territoriale Nursind. Altra stranezza segnalata dal sindacato è la mancata pubblicazione nella graduatoria dei punteggi dei titoli, relativamente a come questi siano stati calcolati e a quale peso abbia avuto anzianità di servizio e la formazione professionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tutte queste anomalie, il Nursind ha chiesto anche all'Autorità nazionale anticorruzione di valutare la legittimità della condotta aziendale e della commissione nominata e alla presidenza della regione di provvedere alla verifica della compatibilità della procedura concorsuale, al fine di ritirare quanto prima la delibera. “Vigileremo costantemente su tutte le procedure, perchè vengano eseguite con trasparenza – conclude Vaccaro - e se questa verrà a mancare, valuteremo le opportune contestazioni.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento