Cantarella - Bianco: duro botta e risposta sui rifiuti ma i catanesi chiedono pulizia

Scontro infuocato tra l'ex sindaco e l'assessore all'Ecologia ma intanto i cittadini non ne possono più di rifiuti e discariche abusive

Un duro botta e risposta che è andato "in scena" sui social. Prima l'ex sindaco Enzo Bianco ha postato alcune foto di rifiuti e discariche abusive con una didascalia emblematica: "Mi spiace molto. Mi addolora vedere Catania così. Non era affatto pulita un anno fa. E spesso mi prendevo collere. Ma così è davvero impressionante. Ricordo bene cosa dicevano... gli attacchi durissimi di chi oggi governa".

Non ci sta l'assessore al ramo Fabio Cantarella che apostrofa come "deliranti" i commenti di Bianco. L'esponente leghista ricorda che Bianco "ha fatto il sindaco nei cinque anni precedenti e che a gestire la nettezza urbana a Catania c’erano i suoi uomini di fiducia, Rosso e Fazio, quelli che poi hanno arrestato per intenderci perché “mangiavano” coi rifiuti mentre lui e il suo assessore non si accorgevano di nulla".

Rivangando il passato Cantarella dice che anche prima  "la città era piena di discariche, più di oggi, che però si notavano meno perché venivano ripulite subito, mischiando tutto senza differenziare, portando ogni materiale in discarica a spese dei cittadini. Oggi perdiamo più tempo a ripulire perché cerchiamo di differenziare il più possibile nell’ottica di abbattere i costi del servizio".

Promettendo una velocizzazione delle bonifiche l'assesore evidenzia che l'appalto attualmente in vigore "è quello che abbiamo ereditato proprio da Enzo Bianco, un appalto che non prevede la raccolta porta a porta in tutta la città, un appalto assai carente nello spazzamento delle strade e in tantissimo altro ancora".

Si attende la gara settennale al vaglio dell'Anac con il porta a porta spinto e l'eliminazione dei cassonetti. Intanto, mentre la querelle va avanti, sono ancora centinaia le segnalazioni di discariche e cumuli di rifiuti che ogni giorno giungono in redazione. Molte volte problemi causati dagli incivili, molte altre per carenze del servizio. I cittadini chiedono risposte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si scava nel mondo della droga per cercare il movente

  • Coronavirus, Musumeci firma nuova ordinanza: cosa cambia adesso in Sicilia

  • Sangue in Corso Sicilia: accoltellato un uomo, residenti esasperati

  • Duplice omicidio di Librino, 5 fermati vicini ai Cursoti milanesi

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento