Cronaca

Capodanno con Bregovic, "insorgono" i dipendenti della Provincia

Il comitato: "Era opportuno finanziare il Comune di Catania dal momento che l'ente Provincia (per la quale da circa sei mesi si celebrano abusivamente i funerali) ha dovuto per mancanza di fondi ridurre drasticamente i servizi al territorio?"

"Era opportuno finanziare il Comune di Catania dal momento che l’ente Provincia (per la quale da circa sei mesi si celebrano abusivamente i funerali) ha dovuto per mancanza di fondi ridurre drasticamente i servizi al territorio?". E' quanto dichiarato dal comitato spontaneo dei dipendenti della Provincia Regionale di Catania con una lettera aperta inviata alla stampa, criticando la scelta di festeggiare il Capodanno a Catania con l'organizzazione del concerto-evento di Bregovic.

"Una manifestazione di alto profilo culturale che a dire degli amministratori comunali è stata realizzata senza l’utilizzo di soldi pubblici. La realtà è ben diversa - scrivono - Il sindaco e un assessore della sua giunta hanno dichiarato alla stampa locale che gli sponsor sarebbero stati (e lo sono stati) la Provincia Regionale di Catania (che ha pagato per il concerto 50.000,00 euro) e la Camera di Commercio di Catania (con 32.500,00 euro). Quindi sono stati, comunque, utilizzati soldi pubblici".

LA POLEMICA: 12 MILA EURO PER LA PUBBLICITA'

Il Comitato dei dipendenti della Provincia sottolinea nella lettera che "entrambi gli Enti patrocinanti sono governati da due Commissari straordinari nominati dal Presidente della Regione. Probabilmente la parte politica cittadina è certa della sorte che toccherà alla Provincia e già si allena per affrontare la gestione dei futuri Consorzi e della agognata Città Metropolitana".

L'ASSESSORE LICANDRO RISPONDE ALLE ACCUSE

E ancora: "Siamo al paradosso del paradosso. Il primo è: il sindaco organizza un evento musicale, senza sapere chi avrebbe pagato (o forse già lo sapeva!!!) per una città con un bilancio sull’orlo del disastro e con un Piano di rientro spalmato per almeno 10 anni, per una città con diversi servizi al cittadino ridimensionati per mancanza di fondi, per una città dove le strade sono ridotte a un colabrodo. Il secondo, riguarda l’opportunità del finanziamento erogato dalla Provincia, Ente che recentemente ha approvato in extremis il bilancio con grosse difficoltà derivate da mancati finanziamenti statali e regionali".

E infine il Comitato ipotizza l'eventuale gestione dei liberi consorzi dei Comuni: "Saranno retti da sindaci che litigheranno su come spartirsi i soldi da spendere – conclude la nota – ognuno per il loro territorio. Sempre che di soldi ne avranno e, se li avranno, per che cosa? Per le sagre e gli spettacoli sicuramente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno con Bregovic, "insorgono" i dipendenti della Provincia

CataniaToday è in caricamento