Capodanno, nessun evento nelle periferie di Catania: la denuncia di Buceti

"Capodanno per molti ma non per tutti. Questa è la situazione che a Catania si verificherà nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio del 2016". E' quanto dichiara il consigliere della quarta municipalità Erio Buceti, che chiede al sindaco di "sviluppare in tutte le 6 municipalità catanesi eventi ed iniziative"

"Capodanno per molti ma non per tutti. Questa è la situazione che a Catania si verificherà nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio del 2016". E' quanto dichiara il consigliere della quarta municipalità Erio Buceti.

"L’ultimo dell’anno che, come sempre, vede tutte le risorse dell’amministrazione concentrate nel creare eventi nel centro cittadino tralasciando i quartieri periferici. Come consigliere della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” chiedo al Sindaco Bianco di attivarsi, per il prossimo capodanno, con assessori al ramo e associazioni dei vari quartieri per sviluppare in tutte le 6 municipalità catanesi eventi ed iniziative che contribuiscano a salutare degnamente il 2017" aggiunge il consigliere.

"Impiegare circa 100.000 euro per un concerto che richiamo il pubblico solo in piazza Università e nelle zone limitrofe può avere un certo ritorno di immagine a livello locale e nazionale. Ma è nulla in confronto allo sviluppo di vari eventi musicali o di intrattenimento dislocati nei vari territori del capoluogo etneo. Iniziative estendibili non solo a San Giovanni Galermo, Cibali e Trappeto Nord dove ricopro la carica di consigliere circoscrizionale ma anche a Librino, San Giorgio, Picanello, Vulcania, San Cristoforo, San Leone e molti altri. Piazze che restano spesso desolatamente vuote e dove, invece, si potrebbe trasmettere un segnale importante di vicinanza delle istituzioni alle varie realtà cittadine senza necessariamente focalizzarsi nella zona di via Etna"

"Molti quartieri potrebbero così valorizzarsi e creare un indotto che, anche se in un arco di tempo molto limitato, li porterebbe ad essere più vivibili e sicuri. Senza considerare che la divisione del budget comunale in vari eventi locali comporterebbe un esborso di denaro pubblico molto ridotto rispetto ad un unico evento in centro e potrebbe essere occasione ideale per tanti artisti o giovani talenti siciliani di mettersi in mostra davanti ad un pubblico festante in attesa di celebrare il nuovo anno in quartieri più a misura d’uomo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento