Cara di Mineo, proseguono i trasferimenti dei migranti: chiusura entro l'anno

Si riducono ulteriormente le presenze al Centro accoglienza richiedenti asilo dove sono rimasti 165 migranti

Proseguono i trasferimenti dal centro accoglienza richiedenti asili di Mineo verso altre strutture. Attualmente sono rimasti 165 migranti. Altri 49 hanno lasciato stamattina il Cara. Le operazioni, coordinate dalla prefettura di Catania, si sono svolte senza contestazioni e in sicurezza.

Nella struttura del calatino sono rimasti i nuclei familiari con figli che frequentano le scuole della zona e persone
vulnerabili con 'fragilità' che saranno trasferiti prossimamente in strutture idonee alla loro accoglienza. Numeri esigui rispetto alle 4mila presenze registrate in passato.

Secondo le previsioni del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, il Cara di Mineo dovrebbe chiudere entro la fine dell'anno, ma i tempi potrebbero essere anticipati di diversi mesi. Intanto proseguono le vertenze dei lavoratori del Cara che, nel corso dell'ultimo periodo, a causa della diminuzione progressiva dei migranti hanno perso il posto di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento