Non si ferma all'alt ed investe un carabiniere, fuggendo per poi costituirsi

Il militare rimasto ferito da un 25enne, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi, ha ricevuto una prognosi di 12 giorni

I carabinieri del nucleo radiomobile hanno denunciato un pregiudicato catanese di 25 anni, ritenuto responsabile di resistenza pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento. Ieri pomeriggio all’angolo tra le vie Ondine e Plaia, i militari in moto hanno imposto l’alt al giovane catanese che, senza casco, conduceva un Honda SH 300. Il ragazzo, prima fingeva di fermarsi per poi ripartire improvvisamente, scontrandosi contro una delle due moto e facendo rovinare in terra uno dei carabinieri per poi fuggire.

Le immediate ricerche del fuggitivo, diramate dalla centrale operativa a tutte le pattuglie in servizio, hanno consentito di rinvenire e sequestrare lo scooter, preso a noleggio, abbandonato nei pressi dell’abitazione del ragazzo. Vistosi braccato, ha preferito presentarsi spontaneamente nella caserma del nucleo radiomobile a San Giuseppe La Rena. Il militare rimasto ferito, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi, è stato riscontrato affetto da “trauma contusivo arto inferiore destro e sinistro e lombosacrale” con una prognosi di 12 giorni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento