Rubava acqua pubblica, arrestato dai carabinieri

Si tratta di un allevatore di 54 anni: dovrà rispondere del reato di furto aggravato

I carabinieri di Pedara hanno arrestato un allevatore di 54 anni del posto accusato di furto aggravato. I militari, nel corso di un servizio mirato a porre un argine al sempre più diffuso fenomeno dei furti di acqua pubblica, che ha registrato in mattinata diversi accessi ai contatori attestati alle abitazioni private, hanno accertato con la collaborazione di personale tecnico della società Acoset che l’uomo sottraeva un elevato quantitativo di acqua, in corso di quantificazione, mediante l’allaccio abusivo alla rete idrica pubblica. I tecnici Acoset hanno provveduto a ripristinare i collegamenti originari del contatore.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento