menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malato di video poker picchia la moglie dinanzi ai figli piccoli, arrestato

Si tratta di un 29enne di origini rumene accusato di maltrattamenti in famiglia, rapina e lesioni personali. Tutti reati commessi nei confronti della moglie, una connazionale di 28 anni

I carabinieri della stazione di Mascali, coadiuvati dai colleghi della compagnia di Giarre, hanno arrestato un 29enne di origini rumene, accusato di maltrattamenti in famiglia, rapina e lesioni personali. L'uomo vessava la moglie, una connazionale di 28 anni, con la quale era sposato dal 2018. La coppia aveva una bimba di 2 anni e un altro figlio della donna, nato da una precedente relazione, viveva con loro.

Come raccontato dalla vittima ai carabinieri, i problemi coniugali si sono rivelati da quando il marito ha iniziato ad ubriacarsi e a fare uso di sostanze stupefacenti, sperperando il denaro guadagnato ai video poker, non provvedendo più al proprio nucleo familiare, ad esempio non pagando più l’affitto di casa (la signora e i figli sono stati costretti a cambiare residenza perché sfrattati) ma, cosa ben più grave, senza dare più sostegno alimentare
alla moglie e ai piccolini.

Ad ogni sacrosanta rimostranza espressa della donna, che gli contestava anche il fatto di allontanarsi da casa anche per settimane, questi la minacciava di morte e, il più delle volte, finiva per percuoterla violentemente senza preoccuparsi della presenza in casa dei bambini. Il culmine si è avuto la scorsa notte quando la donna è stata nuovamente picchiata e stavolta, dopo che il marito è uscito di casa, ha chiamato i carabinieri che sono subito intervenuti e hanno condotto la donna nella più vicina guardia medica. Sono state riscontrate lesioni guaribili in 15 giorni e i militari si sono messi subito alla ricerca dell'uomo che è stato rintracciato e bloccato dall’equipaggio di una gazzella del radiomobile mentre a bordo della propria autovettura percorreva la via Siculo Orientale di Mascali.  L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Ospedale Garibaldi Nesima, nuovi microscopi per l'oftalmologia

Sicurezza

Pulizie di casa - Proprietà e benefici dell'aceto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento