menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri sequestrano ai clan armi da guerra: fucili e bombe a mano

Sono state scovate nel quartiere Monte Po, storicamente controllato dal clan dei Cappello

Una vera e propria santabarbara scoperta dai carabinieri del comando provinciale di Catania nel quartiere di Monte Po. I militari hanno trovato, nel quartiere storicamente controllato dal clan dei Cappello, in uno scantinato comune (protetto da una porta in ferro) di un condominio in via Salvatore Salomone Marino un borsone nero pieno di armi e munizioni.

Precisamente i carabinieri hanno trovato: un fucile d'assalto AK 47 Kalashnikov calibro 7,62, completo di serbatoio; una bomba a mano da guerra M-75, fabbricata nella ex Jugoslavia e utilizzata nella guerra dei Balcani; 34 cartucce per fucile calibro 12; 6 cartucce calibro 7,65 per pistola semi automatica; e 46 cartucce calibro 9x21 per pistola semi automatica.  Sul posto sono intervenuti gli artificieri antisabotaggio del comando provinciale per porre in sicurezza e repertare l'ordigno bellico, in grado, qualora incautamente maneggiato, di provocare gravissimi danni a persone e cose. Alla luce degli ultimi fatti di sangue, che hanno dimostrato come gli equilibri tra i clan mafiosi catanesi siano spesso alquanto precari, i carabinieri hanno intensificato i controlli dei quartieri a rischio della città. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento