Cercano di spendere 50 euro falsi al centro commerciale comprando succhi di frutta

Sono stati scoperti da un esercente. I due sono stati raggiunti dai carabinieri: alla vista dei militari i falsari hanno tentato di stracciare le banconote

Lui, un 29enne, e lei, la compagna di 44 anni, erano andati al centro commerciale Porte di Catania per fare compere. Però volevano farle con soldi falsi e sono finiti in manette grazie all'intervento dei carabinieri della stazione di Librino. Avevano tentato di piazzare due banconote da 50 euro falsificate in diversi esercizi commerciali e vi erano riusciti in un bar acquistando dei semplici succhi di frutta.

Mentre continuavano a fare la “spesa”, tentando di “spendere” l’altra banconota, sono stati raggiunti di corsa dal cassiere del bar, che nel frattempo si era accorto del biglietto da 50 falso. Così la coppia per evitare problemi aveva restituito i succhi di frutta ed il resto incassato a fronte dei 50 euro elargiti. Nel frattempo, una delle potenziali vittime ha chiamato il 112 consentendo l’intervento di una pattuglia che, trovandosi già nei pressi del centro commerciale, con il prezioso aiuto del servizio di vigilanza, è riuscita in un battibaleno a bloccarli, recuperando e sequestrando entrambe le banconote, nonostante l’estremo tentativo dell’uomo di stracciarle alla vista dei carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento