Cronaca

Carcere di Giarre, detenuto consegna cellulare durante perquisizione

A darne notizia il segretario nazionale della Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria Armando Algozzino che torna a denunciare i gravi disagi dell'Istituto

Un micro telefono cellulare è stato trovato durante una perquisizione nella casa circondariale di Giarre. L'oggetto è stato consegnato spontaneamente da un detenuto - in isolamento per motivi disciplinari per un breve periodo - a un ispettore capo della polizia Penitenziaria entrato da solo nella cella per effettuare dei controlli. A darne notizia il segretario nazionale della Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria Armando Algozzino che torna a denunciare i gravi disagi dell'Istituto, una struttura molto ampia a custodia attenuata. "Il dispositivo mobile è stato consegnato all' ispettore, coordinatore della Sorveglianza generale - spiega l'esponente sindacale - dopo che quest'ultimo aveva comunicato allo stesso detenuto di volere procedere personalmente a una perquisizione". "Non di rado, infatti - spiega - il personale blocca l'introduzione di materiale dall'esterno all'interno effettuando numerose azioni di polizia che si affiancano, ovviamente, al servizio prestato quotidianamente". "Un plauso, in particolare, va indirizzato alle unità più anziane - aggiunge - che conoscono alla perfezione la condizione della struttura, le cui dimensioni rendono molto difficili i controlli". dell'amministrazione"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Giarre, detenuto consegna cellulare durante perquisizione

CataniaToday è in caricamento