Carcere di Piazza Lanza, detenuti protestano con lo sciopero della fame

Nel carcere catanese di Piazza Lanza, i detenuti dei reparti Amenano e Nicito cominciano lo sciopero della fame per protestare contro le condizioni in cui sono contrettu a vivere dentro le celle

Da oggi, nel carcere catanese di Piazza Lanza, i detenuti dei reparti Amenano e Nicito cominceranno lo sciopero della fame per protestare contro le condizioni in cui sono contrettu a vivere dentro le celle.

Sovraffollamento, condizioni igieniche disastrose, mancanza di spazi per le attività fisiche e di occasioni lavorative. Nei mesi invernali, devono fare a meno dell'acqua calda e del riscaldamento. E in estate, quando le temperature diventano insopportabili, si ritrovono stipati anche in 10 dentro una cella e con poca acqua a disposizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Osapp, l’organizzazione sindacale della polizia penitenziaria, lancia l’ennesimo allarme: nelle carceri siciliane i detenuti sono troppi,  la situazione è al limite. Chiediamo “l’intervento delle prefetture per l’utilizzo di 150 agenti della polizia penitenziaria in forza alla scuola di San Pietro Clarenza” dice Mimmo Nicotra, vicepresidente dell’Osapp.

"La situazione è davvero al limite - precisa Nicotra -per la mancanza dell’acqua culminata con la protesta dei detenuti, poco più di 500, che hanno sbattuto le gavette contro le sbarre della cella. Grazie all’intervento dei vigili del fuoco la situazione è stata fronteggiata con l’invio di una cisterna d’acqua”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento