Carceri Bicocca e piazza Lanza, sindacati: "Provveditore indifferente al disastro"

Il riferimento è in particolare agli spostamenti imposti alle Direzioni di "Catania Bicocca" e "Catania Piazza Lanza" e alla vicenda su quanto accaduto per il NTP provinciale di Agrigento

''Revocare gli ultimi provvedimenti adottati sull'integrazione degli organici dei Nuclei Traduzione Piantonamento, in netta contraddizione con gli impegni assunti con le Organizzazioni sindacali, tenuto conto anche della convocazione del Tavolo regionale fissato per il prossimo 1 ottobre''. La richiesta, indirizzata al Provveditore dell'Amministrazione Penitenziaria in Sicilia Gianfranco De Gesu, è stata avanzata da Funzione Pubblica Cgil Sicilia, U.S.P.P. e C.N.P.P.

Il riferimento è in particolare agli spostamenti imposti alle Direzioni di ''Catania Bicocca'' e ''Catania Piazza Lanza'' e alla vicenda su quanto accaduto per il NTP provinciale di Agrigento.

''In tutti e tre i casi - afferma il coordinatore regionale del comparto della Fp Cgil Sicilia, Paolo Anzaldi - il Provveditore eccelle per la continua inversione delle proprie decisioni, anche in considerazione del suo impegno, assunto formalmente, di rinviare successivamente al 16 settembre la ripresa della discussione con il coinvolgimento di tutte le Organizzazioni del settore sicurezza. Il risultato è che abbiamo assistito ad intempestivi ed incomprensibili interpelli per l'integrazione del Nucleo Traduzione piantonamento provinciale di Catania, attingendo dai due Istituti etnei senza tener conto delle esigenze di servizio e di organico. Privo di logica e coerenza anche l'improvviso cambio di rotta avvenuto nel giro di due settimane in ordine all'integrazione del NTP provinciale di Agrigento. Il Provveditore infatti, dopo avere deciso l'atto, ha disposto il rinvio di ogni valutazione sino alla definizione dell'esito della sperimentazione che, come noto, al contrario, è già stata considerata conclusa". Il sindacato attacca De Gesu di essere "indifferente al disastro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento