Carenza di magistrati al tribunale del lavoro, Berretta: "Solo 9, ne servirebbero 15"

In Commissione Giustizia della Camera discussa interrogazione su sottodimensionamento organico togato. Il ministero della Giustizia: “A breve le nuove piante organiche"

Soltanto 9 magistrati, con un carico di lavoro pro capite pari a 2.500 controversie, più del doppio rispetto alle 1.100 cause individuate dal Consiglio Superiore della Magistratura come carico di lavoro medio per magistrato. Il sottodimensionamento dell'organico togato in forza presso la Sezione Lavoro del Tribunale di Catania è stato oggetto di un approfondimento svoltosi oggi a Roma nella Commissione Giustizia della Camera dei Deputati. A portare la vicenda all'attenzione del Ministero della Giustizia è stato il deputato nazionale del Partito Democratico Giuseppe Berretta, che ha esposto in Commissione i contenuti di una interrogazione a risposta immediata.

Nell'atto parlamentare vengono messi nero su bianco i dati attuali e storici dei procedimenti relativi a cause di lavoro, previdenza e assistenza iscritti a ruolo nel Tribunale di Catania e si fa un paragone con altre Sezioni Lavoro d'Italia, in cui il numero di magistrati è più elevato. Oltre al numero di controversie pro capite, Berretta sottolinea che “quando si è proceduto alla determinazione iniziale dell'organico, il 12 luglio 2000, a Catania sopravvenivano 7.012 procedimenti a fronte dei 12.895 procedimenti del 2015”: “In sostanza il numero delle cause è quasi raddoppiato rispetto al 2000, quando fu determinato l'organico della Sezione Lavoro, crescendo costantemente di anno in anno – prosegue Berretta – Anche il totale delle cause pendenti è cresciuto vertiginosamente, passando da 10.597 nel 2000 a oltre 25.000 nel 2015”. Il confronto tra la Sezione Lavoro etnea e quelle di altri Tribunali d'Italia, sempre in termini di organico e numero di cause, mette ancora di più in evidenza la carenza di organico a Catania, come si evince dai numeri riportati nell'atto parlamentare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La Sezione Lavoro del Tribunale di Napoli Nord, a fronte di 13.045 iscrizioni a ruolo ha un organico di 13 magistrati, quella del Tribunale di Milano ha 22 magistrati per 14.360 iscrizioni a ruolo, a Siracusa a fronte di 3.670 iscrizioni a ruolo l'organico è di 4 magistrati, al Tribunale di Roma, a fronte di 44.525 iscrizioni a ruolo ha un organico di 59 magistrati, mentre a Catania, a fronte di 12.584 iscrizioni a ruolo l'organico è di soli 9 magistrati” è riportato nell'interrogazione, sottoscritta anche dai deputati Pd Luisa Albanella e Giovanni Burtone. Un atto ispettivo di analogo contenuto è stato presentato anche dal senatore Salvo Torrisi. Per questo Berretta ha chiesto di “porre rimedio al sottodimensionamento della Sezione Lavoro aumentando l'organico ad almeno 15 magistrati” ha sottolineato il deputato etneo del Pd, secondo cui la risposta fornita oggi dal Ministero della Giustizia “fa ben sperare”. In Commissione infatti è stata resa nota la posizione di via Arenula, secondo cui le esigenze del Tribunale di Catania e della Sezione Lavoro saranno interessate da una revisione delle piante organiche, che verranno redatte in base alle sopravvenienze registrate. Il Ministero ha sottolineato inoltre che, “sebbene in condizioni di obiettiva sofferenza” la Sezione Lavoro ha già avviato in fase sperimentale l'applicazione del processo civile telematico registrando, a febbraio 2016, una flessione del 29% dei tempi di definizione dei procedimenti. “Un giusto apprezzamento del Ministero – conclude Berretta – per quanto si sta facendo a Catania, nonostante le molte difficoltà”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento