Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Caritas disagio sociale: in aumento la richiesta di accoglienza notturna

Le problematiche prevalenti registrate riguardano la perdita del lavoro e della casa, le indigenze economiche, oltre alle cause di carattere personale legate soprattutto a problemi affettivo-relazionali

In soli tre mesi, da settembre a novembre, 30 persone si sono rivolte all'Help center della Caritas di Catania. Le persone che si sono rivolte al Centro di ascolto tra il settembre e il novembre scorsi sono stati 131 (95 uomini e 36 donne), dei quali 101 stranieri, dati che confermano quelli rilevati nel semestre gennaio/giugno. Sono cifre che testimoniano un aumento del disagio sociale.

Le problematiche prevalenti registrate riguardano la perdita del lavoro e della casa, le indigenze economiche, oltre alle cause di carattere personale legate soprattutto a problemi affettivo-relazionali.

Gli stranieri - uomini e donne - chiedono di soddisfare bisogni di prima accoglienza. Le donne italiane si rivolgono al servizio principalmente per la ricerca di un lavoro. I romeni continuano a rimanere la prima collettività in assoluto tra gli utenti del centro ascolto. Costante rimane l'affluenza di persone provenienti dall'Africa centrale (Costa d'Avorio) e da quella settentrionale (Tunisia). In aumento rispetto ai dati precedenti la quota di persone provenienti dalla parte settentrionale del Corno d'Africa. Tende a diminuire, contrariamente ai dati precedenti, l'afflusso di persone provenienti dagli altri continenti, in particolare dall'Asia centrale (Afghanistan).

Confrontando i dati precedenti la Caritas ha rilevato che la richiesta lavorativa è stata superata dalla richiesta di accoglienza notturna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caritas disagio sociale: in aumento la richiesta di accoglienza notturna

CataniaToday è in caricamento