rotate-mobile
Cronaca

La Caritas di Catania aiuta la popolazione civile della Siria

Dall’inizio della crisi siriana è attiva questa iniziativa per il supporto a Caritas Siria nella pianificazione degli interventi

Come fiori tra le macerie” è il nome del progetto messo in campo da Caritas per aiutare i giovani siriani. Anche la sezione di Catania ha deciso di contribuire, con una donazione, allo sviluppo di questo "programma nazionale di animazione socio-pastorale, che unisce − si legge nella presentazione − percorsi di riconciliazione e nonviolenza alla formazione professionale e artistica". "Dall’inizio della crisi siriana − si legge in un nota di Caritas − è attiva questa iniziativa per il supporto a Caritas Siria nella pianificazione e l’implementazione degli interventi a sostegno della popolazione locale e dei profughi siriani nei Paesi limitrofi. Un impegno complessivo di oltre 60 progetti in 8 Paesi (Siria, Libano, Giordania, Turchia, Grecia, Cipro, Macedonia, Serbia) per un totale di 4.872.000 euro investiti. I progetti riguardano i seguenti ambiti: emergenza, sociale-educazione, pace-riconciliazione, accompagnamento-formazione dei partner locali. Infine si sta avviando un progetto nazionale che vede coinvolti i giovani siriani con l’obiettivo di offrire loro opportunità di riconciliazione attraverso corsi di formazione professionale nel settore artistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Caritas di Catania aiuta la popolazione civile della Siria

CataniaToday è in caricamento