Carmen Consoli lancia un brano contro la violenza sulle donne

La cantante catanese Carmen Consoli ha preso parte ad un progetto di sensibilizzazione per la lotta alla violenza sulle donne incidendo una nuova versione della sua canzone "La signora del quinto piano", in uscita oggi

La cantante catanese Carmen Consoli ha preso parte ad un progetto di sensibilizzazione per la lotta alla violenza sulle donne insieme ad Emma, Elisa, Gianna Nannini, Irene Grandi, Nada ed altre artiste italiane, incidendo una nuova versione della sua canzone "La signora del quinto piano", in uscita oggi, anche se già inclusa nell'album "L'abitudine di tornare".

Ad annunciarlo la stessa "cantantessa" su Facebook: "Da oggi è disponibile in tutte le piattaforme digitali di vendita e di streaming La Signora Del Quinto Piano #1522 ‪#‎telefonorosa‬ ‪#‎sosteniamoledonne‬ Elisa, Emma Marrone, Irene Grandi, Nada, Malanima, Gianna Nannini".

Il ricavato di questa nuova versione rimasterizzata sarà devoluto al Telefono Rosa e durante i passaggi radiofonici sarà inserito il numero del centro antiviolenza 1522.  Il brano affronta proprio il tema del femminicidio e dello stalking ed è incentrato sul racconto di un caso di femminicidio. "La signora del quinto piano ha un piccone in salotto - recita il testo- un guardiano fidato. Il suo ex è ogni sera davanti al portone con un martello in mano, Non v'è ragione alcuna, di aver paura, di aver paura, questa è una conclusione dei funzionari della Questura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento