rotate-mobile
Cronaca

Lavorano aggirando sigilli di polizia, nuovi guai per una carrozzeria a Picanello

La stessa che 2 giorni fa è stata sequestrata poiché totalmente abusiva, con il titolare indagato per furto di energia elettrica e violazioni in materia di reati ambientali

Ancora una volta torniamo a parlare della carrozzeria di via Maria Gianni, a Picanello: la stessa che 2 giorni fa è stata sequestrata poiché totalmente abusiva, con il titolare indagato per furto di energia elettrica e violazioni in materia di reati ambientali. Una pattuglia ha visto uscire dal portone parzialmente aperto un’auto guidata da un soggetto in uniforme da lavoro.

Dentro la carrozzeria vi erano 5 operai, intenti a lavorare sulle auto che si trovavano all’interno. Tutti i dipendenti sono stati indagati in stato di libertà poiché, nonostante i sigilli e il divieto di proseguire l’attività, continuavano a lavorarvi. L’unica cautela adottata dal titolare è stata quella di coprire il sigillo con un grande foglio di carta, fermato con del nastro adesivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavorano aggirando sigilli di polizia, nuovi guai per una carrozzeria a Picanello

CataniaToday è in caricamento